Accesso

Titolo

cod. SP044 - P.S.R. Toscana 2007/2013 - Misura 226. Bando per la ricostituzione del potenziale forestale ed interventi preventivi. Scadenza 2008: 15/05/2008 - Scadenza 2009: 31/12/2008 

Titolo bando

P.S.R. Toscana 2007/2013 - Misura 226 - Ricostituzione del potenziale forestale ed interventi preventivi (Art. 36, b,vi/art. 48 Reg. CE 1698/2005).

Data di scadenza finale

15/05/2008 

Obiettivo 1

Con questa misura si vuole migliorare la funzionalità degli ecosistemi forestali e garantire la pubblica incolumità tramite la prevenzione degli incendi boschivi, delle calamità naturali o di altre cause di distruzione dei boschi, nonché la ricostituzione dei boschi danneggiati o distrutti. Il raggiungimento di questi obiettivi ha riflessi positivi anche sulla protezione dell’ambiente e sull’attenuazione del
cambiamento climatico.
L’esecuzione di interventi collegati a questi obiettivi non ha una ricaduta economica diretta su chi li esegue ma, esaltando la funzione protettiva ed ecologica del bosco, hanno un elevato valore per l’intera collettività.
L’obiettivo specifico che la misura persegue prioritariamente è quello di “contribuire alla mitigazione dei cambiamenti climatici” (in quanto la misura contribuisce a proteggere i boschi e a ricostituire le foreste danneggiate e, contrastando lo sviluppo di incendi, riduce le liberazione di CO2 dovuta al fuoco e mantiene efficienti gli ecosistemi forestali).

Soggetti beneficiari

Misto 

Azioni ammissibili

Ai fini del presente bando, si prevede siano finanziabili:
a. Interventi di prevenzione disastri naturali e protezione pubblica incolumità:
I Interventi di prevenzione e lotta agli Incendi boschivi:
I.1 Interventi selvicolturali finalizzati alla riduzione del rischio di incendio (controllo della vegetazione; spalcature; diradamento; diversificazione della flora, anche attraverso il reimpianto; taglio e asportazione di piante secche o fortemente
deperite, che rappresentano una elevatissima fonte di rischio per lo sviluppo e la propagazione degli incendi, e interventi per la loro sostituzione con latifoglie autoctone a bassa infiammabilità, ecc..
I.2 Realizzazione di nuove strutture ed infrastrutture per l’Antincendio Boschivo (AIB) o adeguamento funzionale di quelle esistenti (sentieri forestali e piste) punti di
approvvigionamento idrico; piazzole di atterraggio per elicotteri che svolgono funzioni di antincendio boschivo; viali e fasce parafuoco; radure; torrette o punti per il controllo del territorio; impianti di videocontrollo e di radio e tele comunicazione manutenzione di viali e fasce parafuoco.

II Interventi di prevenzione e lotta alle fitopatie in soprassuoli forestali composti da specie suscettibili, tramite l’esecuzione di: trattamenti localizzati con prodotti biologici o a basso impatto ambientale o la progettazione, gestione e
implementazione di reti di monitoraggio fitopatologico. Le fitopatie oggetto di questo intervento sono quelle che provocano danni gravi e tali da aumentare significativamente il rischio di incendio.

III Interventi di prevenzione del rischio idrogeologico (realizzazione o manutenzione di sistemazioni idraulicoforestali; piccole sistemazioni di versante; interventi in
alveo per il controllo dell’erosione; ripuliture in alveo per il mantenimento del reticolo idrografico minore; opere di captazione e drenaggio delle acque superficiali; interventi di controllo dell’erosione superficiale lungo la viabilità
forestale; controllo della vegetazione in aree a rischio idrogeologico; ecc.).


b. Ricostituzione di soprassuoli danneggiati da:

I Incendi boschivi (interventi sulla vegetazione morta o compromessa; rinfoltimenti e/o rimboschimenti; interventi puntuali e/o estensivi di consolidamento superficiale delle aree bruciate; manutenzione e realizzazione di viabilità di
servizio; ecc.).

II Dissesto idrogeologico (interventi di recupero e consolidamento di versanti dissestati; ripristino di sezioni idrauliche; ripristino della viabilità di servizio; ricostituzione di boschi danneggiati; ecc.).

Risorse disponibili

Agli interventi eseguiti in base al seguente bando è concesso un sostegno in forma di contributo in conto capitale a fondo perduto pari al:
- 70% del costo totale ammesso e accertato, per i beneficiari di diritto privato;
- 100% del costo totale ammesso e accertato, per i beneficiari di diritto pubblico;.
L’importo minimo previsto del contributo erogabile (cioè autorizzato) è pari a 5.000,00 € per beneficiario.
Al di sotto di questi importi la domanda di sostegno non è ammissibile a finanziamento.
L’importo massimo del contributo erogabile per beneficiario, per misura e per periodo di programmazione finanziaria (I periodo: 2007-2010; II periodo: 2011-2013) è di :
- per i beneficiari di diritto privato, € 300.000,00 per beneficiario e per interventi ricadenti nel territorio della stessa Provincia o Comunità montana, con un massimo di € 500.000,00 per beneficiario a livello regionale;
- per i beneficiari di diritto pubblico, l’importo massimo del contributo pubblico concedibile e relativo all’investimento iniziale è pari a € 1.000.000,00.

BANDO ATTIVO

Sì 

IDBandoCompleto

 
Allegati
Elemento creato il 08/04/2008 15.41  da ECNLOCALSERVER\administrator 
Ultima modifica eseguita il 17/04/2008 10.51  da ECNLOCALSERVER\fberselli